Conad Lucera banner esposizione Schiavone pneumatici Lucera




News       Pubblicata il
NEWS


'Cura Italia' STUDIO9TV e UIL LUCERA rispondono




'Cura Italia' STUDIO9TV e UIL LUCERA rispondono

La redazione di STUDIO9TV e la UIL Lucera hanno inteso fornire ai cittadini uno spazio nel quale potranno trovare tanti chiarimenti sulle misure previste dal Decreto Legge "Cura Italia"

Chi intende formulare domande può farlo scrivendo a redazione@studio9tv.com


MISURE PREVISTE DAL DECRETO LEGGE “CURA ITALIA”
(Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 Marzo 2020)

PRIMA NOTA UIL Lucera

Disoccupazione Agricola Naspi e Discoll
DS AGRICOLA: È stata prorogata al 1 Giugno 2020 la possibilità per i Lavoratori Agricoli di
presentare la domanda di Disoccupazione Agricola Requisiti 2019 e/o Assegno per il nucleo
familiare; NASPI E DISCOLL: In caso di cessazione involontaria dell'attività lavorativa verificatisi nel corso di tutto il 2020 i termini di presentazione della domanda di NASPI e DisColl sono ampliati da 68 a 128 gg. per le domande presentate oltre l’8 giorno dalla cessazione del rapporto di lavoro, è fatta comunque salva la decorrenza dal 68° giorno dalla cessazione del rapporto di lavoro anziché dal 1° giorno successivo alla presentazione della domanda; Nel caso di richiesta di Naspi anticipata per autoimprenditorialità i termini previsti per la presentazione sono ampliati di 60 giorni.

Congedi Parentali Straordinari

Per i lavoratori dipendenti del settore privato è previsto un congedo parentale straordinario di massimo 15 giorni complessivi continuativi o frazionati fruibili alternativamente dai due genitori lavoratori con figli fino a 12 anni di età pari al 50% della retribuzione. Per i genitori con figli di età 12-16, è possibile assentarsi dal lavoro per il medesimo periodo (15 giorni), senza retribuzione.
In alternativa al congedo parentale straordinario, è previsto un bonus per l’acquisto di servizi
babysitting per un massimo di € 600. Il bonus viene erogato mediante il libretto di famiglia.
É prevista una estensione della durata dei permessi retribuiti per handicap grave (art.33 comma 3 L.104/92) di 12 giorni aggiuntivi usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020;

Lavoro Agile

I lavoratori del settore privato con handicap grave o che hanno in famiglia un disabile grave hanno diritto al lavoro agile fino al 30 Aprile, a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione. I lavoratori privati con gravi patologie e ridotta capacità lavorativa hanno priorità nell’accoglimento delle istanze al lavoro agile.

Indennità lavoratori del settore Agricolo

Agli operai agricoli a tempo determinato non titolari di pensione, che hanno prestato almeno
50 giornate di effettivo lavoro in agricoltura nel 2019, è riconosciuta una indennità per il
mese di Marzo 2020 pari ad € 600. Tale contributo non concorre alla formazione del reddito.

Premio ai lavoratori dipendenti

I lavoratori dipendenti, con reddito complessivo l’anno precedente non superiore a € 40.000 per il
mese di marzo 2020 previsto un premio di € 100 rapportato ai giorni di lavoro svolti presso la propria sede di lavoro che non concorre alla formazione del reddito

Tutela del periodo di sorveglianza attiva dei lavoratori del settore privato

Il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare
fiduciaria con sorveglianza attiva dai lavoratori del settore privato, è equiparato a
malattia ai fini del trattamento economico previsto dalla normativa di riferimento e non è
computabile ai fini del periodo di comporto.

Cassa integrazione ordinaria ed assegno ordinario a carico del FIS

I datori di lavoro che sospendono o riducono l’attività per eventi riconducibili all’emergenza
COVID-1, possono presentare domanda di concessione della Cigo e del Fondo Integrazione salariale (Fis) con la nuova causale “emergenza COVID-19” per una durata massima di 9 settimane, in deroga ai limiti temporali e al requisito di anzianità aziendale dei lavoratori di 90 giorni e senza dover versare il contributo addizionale. L’informativa sindacale, la consultazione e l’esame congiunto possono essere svolti in via telematica;
● I datori di lavoro che occupano da 6 a 15 dipendenti iscritti al FIS, che fino ad oggi potevano
richiedere il solo assegno di solidarietà, possono richiedere l’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19”. I datori di lavoro che avessero trattamenti di assegni di solidarietà in corso possono richiedere l’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19” anche per gli stessi lavoratori che già risultano beneficiari di assegno di solidarietà a copertura delle ore di lavoro residue che non possono essere prestate per sospensione totale dell’attività entro i 3 giorni successivi a quello della richiesta.

Cassa integrazione in deroga

Le Regioni e province autonome possono concedere trattamenti di cassa integrazione in
deroga, con relativa contribuzione figurativa, per una durata massima di 9 settimane, a tutti i
datori di lavoro, di ogni settore produttivo, anche con meno di 6 dipendenti, che non possono avere
accesso ad altri ammortizzatori sociali, inclusi i datori di lavoro agricoli, della pesca e del terzo
settore, compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti. Per i lavoratori non viene applicato il
requisito di 90 giorni di anzianità aziendale. Limitatamente ai lavoratori del settore agricolo le
giornate indennizzate saranno equiparate a lavoro effettivamente svolto ai fini del calcolo
della disoccupazione agricola 2021 requisiti 2020. Per i datori di lavoro che occupano fino a 5
dipendenti non è richiesto accordo.

Sospensione delle procedure di impugnazione dei licenziamenti

É precluso per 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto (17/03/2020) l’avvio delle procedure
di licenziamento collettivo e sono sospese le procedure pendenti avviate successivamente al 23 febbraio 2020. Sono inoltre preclusi indipendentemente dal numero dei dipendenti i licenziamenti individuali per motivazioni economiche (giustificato motivo oggettivo).

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic
APRI »