Spazio disponibile banner disponibile banner disponibile banner disponibile




News       Pubblicata il
NEWS


Consorzio di bonifica della Capitanata: verso la riconferma di De Filippo?




Consorzio di bonifica della Capitanata: verso la riconferma di De Filippo?

Consorzio di bonifica della Capitanata: verso la riconferma di De Filippo?

Domenica 10 ottobre si sono svolte le consultazioni per eleggere il nuovo Consiglio d'amministrazione del Consorzio di bonifica della Capitanata, come si ricorderà erano state presentate due liste, dopo lo strappo avvenuto nelle ultime ore da parte di Coldiretti, che nonostante avesse aderito all'idea di un'unione tra tutte le associazioni, decise di attuare un distinguo che non ha favorito certamente quell'immagine di unità, sopratutto in un momento così critico non solo per il comparto agricolo.
Lo strappo evidentemente non è servito a mostrare "i muscoli" a Coldiretti, tant'è che i numeri parlano chiaro. Allo strappo poi si aggiunge il comportamento certamente scorretto, nel giorno del voto, piazzando davanti alla sede centrale di Foggia (pare non solo) un gazebo di Campagna Amica, che se non metteva in bella mostra "santini" elettorali, ha infastidito e non poco più di qualcuno.
E comunque i numeri hanno evidenziato un ridimensionamento dei "De Filippo fan" di Coldiretti, che, come si dice in gergo calcistico, battono gli avversari 4 a 3. Qualcuno dirà comunque si è vinto, ma questa volta non proprio sportivamente, far diventare avversari i compagni di un'iniziale squadra proprio non è stato elegante, anzi ha evidenziato il malessere che da tempo serpeggia tra le varie associazioni di categoria.
Venerdì prossimo (15 ottobre) si riunirà il vecchio Consiglio di Amministrazione per prendere atto e ratificare il risultato del voto, poi per l'altra settimana si dovrà insediare il nuovo CdA del Consorzio di bonifica di Capitanata e in quell'occasione dovrebbe essere nominato anche il nuovo Presidente.
Non è scontata la rielezione di De Filippo, anche se, ovviamente, Coldiretti rifarà il suo nome.
Ma a quali patti e condizioni l'uscente Presidente dovrà, questa volta, avere la fiducia delle altre associazioni, visto com'è andata.
Il ruolo di Confagricoltura, CIA Agricoltori e Confcooperative sarà sicuramente decisivo, sapranno, però, essere più determinate del passato? Staremo a vedere.
Chiudiamo ricordando che l'agricoltura è un punto di forza dell'intero sud e ancora più importante per la provincia di Foggia, da sempre votata ai prodotti della terra, una terra, anche di eccellenze, che purtroppo, non fa quadrato o squadra come altre realtà della Puglia stessa, vedi il "Salento"; infine, ci auguriamo che si metta definitivamente da parte una stupida competizione e si ci pensi a valorizzare tutta la nostra Capitanata.
(A.B.)

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic
APRI »