banner esposizione Tg Politica
News       Pubblicata il
NEWS


Carabinieri di Lucera arrestano due persone sorprese a rubare panchine da arredo urbano


Carabinieri di Lucera arrestano due persone sorprese a rubare panchine da arredo urbano

LUCERA: SORPRESI A RUBARE PANCHINE DA ARREDO URBANO.
DUE ARRESTATI DAI CARABINIERI.

Nell’ambito di un ampio servizio di controllo straordinario del territorio, predisposto dal Comando Provinciale di Foggia, i Carabinieri della Compagnia di Lucera hanno tratto in arresto due uomini, Giuseppe DE VIVO, 39enne, e Carmine DE ROSA, 25enne, entrambi gravati da precedenti di polizia e residenti nella cittadina federiciana, per il reato di furto pluriaggravato in concorso.
Il fatto si è verificato intorno alle ore 02.30 di domenica, quando i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel transitare in via Nicola Campanile, hanno notato i due individui armeggiare nei pressi di una panchina da arredo urbano.
I due erano già riusciti a smontare completamente la seduta in metallo quando i Carabinieri sono intervenuti. Vistisi scoperti, De Vivo e De Rosa hanno tentato la fuga a piedi per le vie limitrofe, venendo però raggiunti dopo poche decine di metri e bloccati in condizioni di sicurezza, anche con l’ausilio di una pattuglia che stava in quel momento svolgendo un servizio in abiti civili.
Resi inoffensivi i due malviventi, i militari hanno dunque svolto un accurato sopralluogo nella zona, notando che altre tre panchine erano già state completamente smontate. Tutte le sedute di metallo sono state poi ritrovate dietro un cespuglio poco distante, dove i due le avevano nascoste in attesa di passare a prelevarle in un secondo momento.
I due sono stati così condotti presso la caserma di via San Domenico per essere sottoposti agli accertamenti di rito, all’esito dei quali, inchiodati alle loro responsabilità dalle evidenze della flagranza del reato, DE VIVO e DE ROSA sono stati dichiarati in stato di arresto.
I due uomini, su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, sono stati dunque portati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa di essere giudicati con la formula del rito direttissimo.
Le panchine, tutte recuperate, sono state riconsegnate al Comune di Lucera, che potrà così restituirle alla cittadinanza lucerina.

Torna indietro
Stampa
powered by: mediaweb graphic